Il settore PALESTRE in Italia NON esiste | Impara a fare a meno di loro

Sicuramente avrai sparato fuori gli occhi dalle orbite in stile cartoon dopo aver letto il titolo di questo articolo, lasciami però 5 minuti (tempo di lettura di questo articolo) e ti assicuro ti porterò dalla mia parte.

 

via GIPHY

Partiamo…

…forse hai letto qualche mio articolo o qualche post / video; se non l’hai ancora mai fatto ti spiego uno dei concetti che espongo spesso:

in Italia (e solo qui) il lavoro del Dipendente nel fitness NON è possibile farlo.

Mi dispiace per tutti i laureati in scienze motorie o tutti quei corsisti che vogliono lavorare nelle palestre, purtroppo non lo dico io, lo dicono i numeri, e i numeri nel mercato COMANDANO.

Se pure tu sei incappato in contratti di collaborazione, obbligo di apertura partita iva per lavorare in palestra, allora sai di cosa parlo.

Purtroppo i lavoratori dipendenti, e con lavoratori dipendenti intendo coloro che hanno un contratto a tempo determinato o indeterminato con relativi benefit:

  • Tredicesima
  • Ferie pagate
  • Tfr
  • Malattia pagata
  • Permessi retribuiti
  • Quattordicesima

ne esistono ben pochi, solo il 2-4 % dei lavoratori di settore. Molti (anzi pochissimi dato che stiamo parlando del 4%) assunti come professori di educazione fisica, altri come responsabili di centri.

 

Il 96-98% si divide tra partita iva e contratti di “finta assunzione” (collaborazione).

 

Perché ti ho detto tutto ciò?

Perché spesso quando giro su forum o gruppi vari (e parlo con colleghi) sento una costante lamentela legata alla palestra e allo stato, mi spiego meglio:

Gran parte dei lavoratori del settore crede che lo stato debba intervenire e obbligare le palestre ad assumente dipendenti anziché personaggi improbabili con il corso da un weekend.

La colpa è quasi sempre incentrata sulla gestione della palestra che chiede affitti ai personal oppure anziché assumere il laureato (che costerebbe troppo) decide di assumere ad ore (solitamente 5/6€ ad ora) un corsista della domenica.

Queste sono le lamentele che sento e leggo più spesso:

  • La palestra dovrebbe assumere solo professionisti
  • Il pagamento minimo dovrebbe essere di 10/15€ per un professionista
  • Lo stato dovrebbe obbligare l’assunzione della nostra figura
  • etc.

Vero e tutto molto bello in “fantasilandia”, ma, nel mondo reale, è il mercato che decide tutto.

Vediamo qualche numero del settore:

  • Circa 70.000 personal trainer (o preparatori)
  • Circa 130.000 laureati in Scienze motorie
  • Circa tra le 9.000/10.000 palestre (aperte come società)
  • Tra il 10% e il 15% della popolazione pratica attività regolarmente (o è iscritti a qualche centro)

Tutti numeri che tendono ad aumentare nei prossimi anni, tranne il numero dei praticanti.

Ora, se credi che 6 / 9 milioni di italiani sia una cifra enorme, beh ti stai sbagliando di grosso…

Tieni presente che da questi 6-9 milioni dovremmo togliere:

  • Coloro che son registrati alla FIGC (calcio), che corrispondono a circa 1 milione e mezzo
  • Coloro che partecipano a corsi comunali di vario tipo
  • Coloro che partecipano o iscritti ad altre attività sportive (nuoto, scherma, karate, pallavolo etc.)
  • Coloro che son troppo giovani o troppo vecchi per partecipare ad attività considerate “fitness in palestra”

Ecco che, come per magia, da questi 6-9 milioni ne rimangono ben pochi da dividersi tra:

  • Una media nazionale (si parla di media, quindi non montate il torrone con Milano ne ha di più e Messina ne ha di meno) di 93 palestre per provincia
  • 70000 trainer e 130.000 laureati (ex isef) [ovviamente molti laureati sono anche trainer, prendiamo quindi una cifra indicativa di 100.000]

Dopo questo preambolo arriviamo al dunque, perché il settore palestre non esiste in Italia?

La quasi totalità delle palestre si muove con una finta imprenditoria.

Associazioni sportive che compaiono come funghi per avere sgravi e vantaggi fiscali e SRL con capitale falsamente versato.

Qui sotto trovate un bell’articolo di come in Liguria qualche palestra abbia passato brutti guai grazie a questi finti sgravi fiscali.

Praticamente se domani mattina lo stato si svegliasse e obbligasse tutte le palestre a diventare società VERE e versare tutto il capitale, oltre il 99% chiuderebbe, così, con uno schiocco di dita.

Bancarotta per quasi 10.000 palestre in tutt’Italia. Sarebbe un bel titolo da giornale.

Nessuno osa dirlo, ma viviamo nel limbo del “tanto domani qualcosa cambierà”. “tanto lo stato risolverà il problema e obbligherà l’assunzione dei professionisti del fitness”.

 

Ma…il settore fitness e sport in realtà Non esiste, e non lo dico io, lo dicono i numeri. Praticamente si appoggia sul niente.

Basta pensare al leader di settore italiano, la Virgin.

Praticamente il leader di settore con solamente una trentina di centri in tutt’Italia di cui la maggior parte solo in 2 città, Roma (8) e Milano (14).

Purtroppo la colpa è del settore in generale, ci siamo ritrovati a gestire le cose sempre così e così ci troviamo ancora ora.

Le palestre purtroppo hanno un ciclo di vita davvero breve, mediamente inferiore ai 10 anni, hanno bisogno di un numero mostruoso di capitale umano per farle funzionare, e ti posso assicurare che il 90% dei proprietari di centri fa la fame.

Non farti ingannare dal BMW parcheggiato fuori dal centro, soldi in questo settore ne girano davvero pochi (altrimenti non si spiegherebbero società con capitali non versati e associazioni per ottenere sgravi, e lo ripeto stiamo parlando del 99% delle palestre)

Come si muove una palestra:

  • Affitto
  • corrente
  • Acqua
  • Personale istruttori
  • Personale corsisti
  • Receptionist
  • Vendite (se hanno venditori a provvigione)
  • Pubblicità
  • Macchinari
  • Manutenzione

Purtroppo a fronte di pochissimi ricavi, spesso mossi dalla moda (ecco perché il ciclo di vita di una palestra va dai 5 ai 10 anni), ha dei costi troppo elevati e non può e non potrà mai permettersi l’assunzione di tutto il personale. Non lo dico io, lo dicono i numeri.

La macchina Palestre si muove con lo stesso personale di aziende con fatturati di qualche milione, con il piccolo inconveniente che oltre ad avere bisogno di troppo personale per funzionare, sono anche soggette a mode del momento e acontinua manutenzione, che porta ad un accorciamento della vita della stessa.

Non è un caso se quasi 8 palestre su 10 non accendono le 5 candeline e 9 su dieci non arrivano al decimo anno d’età. 

Ma c’è una soluzione?

Assolutamente si:

non affidarsi alla palestra!

Hai visto quante poche persone si muove nel settore fitness a fronte del numero di palestre e trainer?

Forse però non sai che l’80% dei possibili clienti è dormiente, ovvero non ha varcato e non varcherà mai la porta della palestra.

Ci sono vari motivi:

  • Si vergogna del proprio corpo e di farsi vedere
  • È svogliato/a e non vuole muoversi per andare in palestra
  • Non vede la palestra come la soluzione
  • Vuole un risultato specifico e crede di non riuscire a trovarlo in palestra
  • Non vuole cambiare le proprie abitudini
  • Vuole allenarsi da casa
  • Viaggia e non ha tempo per iscriversi

Se pensi che solo pochi milioni di persone muovono il settore fitness e sport devi anche sapere che, sempre secondo dati ufficiali, si è calcolato che nei prossimi 10 anni il 43% della popolazione sarà obesa, ma se questi non vogliono andare in palestra o non credono che sia una soluzione come li intercetti?

 

Devi, e con devi intendo dire che sei obbligato/a, se lavori in questo settore, ad imparare a fare marketing., a trovare clienti e a vendere le tue conoscenze acquisite in anni di studi.

Se hai già un piano e sai già come muoverti, parti prima possibile e applica.

Se invece non sai come fare ti invito a guardare questo corso gratuito dove ti mostro come trovare clienti ogni singolo giorno sul web.

via GIPHY

Stiamo parlando di qualche milione di utente (45 milioni per la precisione solo in Italia), una marea in confronto ai 4 gatti che si iscrivono in palestra.

Lo trovi qui sotto, cliccando sul pulsante, ti aspetto e buon lavoro

 

 

Commento

La tua email non sarà pubblicata.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Informativa sulla Cookie Privacy di questo Sito

Questo sito o gli strumenti terzi che utilizza si avvalgono, oltre che di cookie tecnici necessari al corretto funzionamento, di cookie di tracciamento utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Per i dettagli consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando sulla pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera, dichiari di acconsentire all’uso dei cookie nei termini espressi.

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco
Accedi al Training GRATIS dove ti mostro come trovare oltre 22.180 persone al mese interessate a sedute Personal o Allenamento
Vuoi accedere Gratuitamente e scoprire l'enorme vantaggio di trovare clienti nella palestra più grande d'Italia?

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco